...... piccolo diario......mese di gennaio 2018

 

Questi gli accadimenti di 50 anni fa, 1968, riportati dal Bollettino Parrocchiale redatto da don Aurelio Frezza.


                                                                      cliccare sull'immagine >>>>>

sabato 27 gennaio

Giornata mite e allora in tanti sulla strada per Costalta.

Un bel video postato su youtube promuove la nostra Val Comelico in tutte le sue caratteristiche.

Tra i "sapori" compare il nostro Severino D.M. che da anni opera presso la latteria di Padola.

                  
                                
per visionare cliccare sull'immagine >>>>

La Mascherata di Santa Plonia, tradizionalmente organizzato dall’ associazione Chei D’Santa Plonia.
Danze, colori, carri e divertimento per tutti!!! Prima sfilata ore 10.00, pranzo, seconda sfilata ore 14.00.
Seguirà serata danzante alle ore 21.00

 

Un suggerimento....un itinerario per il fine settimana....una passeggiata virtuale per chi non può frequentare questi luoghi.

Una "scarpinata" sulla neve...un itinerario nuovo nella versione invernale....e non poteva che trovarsi ai nostri confini con la Pusteria (loro possono!)

Dall'arrivo della cabinovia 3Cime alla rif./malga klambach e al rif./malga Nemes per scendere sul tragitto ben conosciuto verso il Passo Monte Croce.

(in caso di recenti nevicate informarsi sulla percorribilità -uff.turistico Sesto)

                                                      una pagina dedicata - cliccare sull'immagine>>>> 

Maria Polzotto (Brocchia) era l’ultima vivente di 8 figli/e

 

 di Giovanni Polzotto

 (qui sepolto nel cimitero di Costalissoio)

 e De Lenart Sartorel Regina.

Visitava il paese di origine Costalissoio durante le vacanze estive e portava un ricordo affettivo nei confronti dei “compaesani

********

 In tanti sono partiti negli anni '30 da Costalissoio dove non esisteva la possibilità di lavorare per migrare in Piemonte-Vercellese nelle fabbriche tessili.
Alcuni lì hanno trasferito la famiglia e non sono più tornati al paese natio.

Più di un cognome paesano e quindi discendenza si trova ancora in quei luoghi e ogni tanto passano per Costalissoio.

Tempo d'inverno....tempo di storie paesane da raccontare.
Ricordi per chi ha una certa età, memoria storica per chi è giovane.
Possiamo forse darle questo titolo: "Una delle tante famiglie scomparse dal paese".

Nasce da un necrologio-ricordo riportato pochi giorni fa da un giornale locale. Il cognome Zaccaria, molto diffuso anche in ambito nazionale, "saltava agli occhi" in ambito provinciale e da qui il collegamento del nome Olimpia a Costalissoio.
Olimpia si sposa e va ad abitare a Caviola frazione di Falcade nell'Agordino dove ha una discendenza che come da testimonianza la ricorda. Viene ricordata anche la sorella Stella che sposata a Milano aveva una figlia Ileana che la mamma aveva portato a Costalissoio. Questa bambina morì per malattia appena iniziate le scuole elementari e nel vecchio cimitero si metteva in risalto una tomba sormontata da un angelo scolpito. Scompare anche Stella a Milano senza altra discendenza.
A Costalissoio rimane il fratello Benedetto che scomparso nel 1969 a 46 anni può essere ricordato da molti. Lo trovavamo al bar Canzio a giocare a carte, era gioviale e pronto alle battute. La casa di questa famiglia stava fra via Belvedere e S.Stefano ed è stata demolita nei primi anni '50. Era abitata dalle famiglie Zaccaria e Polzotto. La famiglia si era quindi trasferita in una casa di via S.Stefano dove ora insiste una falegnameria. E' qui che scompare Benedetto.
La famiglia viene ricordata anche per il padre "Iano" (Massimiliano) che suonava la fisarmonica e così rallegrava "al cianton" (angolo di paese) e le feste paesane.

Famiglia scomparsa dal paese ma che lascia qualche traccia nell'Agordino.

....Benedetto al bar.... ...la vecchia casa...
..."Iano", il più anziano con la fisarmonica assieme a tanti compaesani nella zona ora di Latina dove operavano alle bonifiche delle paludi pontine -anni '30.

domenica 21 gen. 2018

Spolverata di neve nella notte, il giorno si presenta altalenante: a tratti sole e poi vento insistente che crea burrasca. Poche gente "in giro".

Dal settimanale diocesano L'Amico del Popolo"




Pian piano si va delineando come verrà trasformata l'ex caserma.

Se, come si legge, si trasferirà il Distretto sanitario resteranno liberi gli spazi per un ampliamento della Casa di Soggiorno di S.Stefano.

"L'anno della fame 1917/18"

Una triste storia raccontata da Orazio De Zolt di Campolongo che ricorda un tragico evento sofferto da  una famiglia di Costalissoio.


                                                                         Cliccare sull'immagine >>>

Tra le varie attività che si presentano nella piazza del paese è una particolarità nella vallata la presenza di un ambulatorio veterinario che crea un certo "movimento" di cui abbiamo bisogno.
Una mail ricevuta e che riporto in sintesi dichiara apprezzamento per l'opera professionale che viene svolta e che ci fa piacere.
                                 *******************


"Buongiorno Sig. Zaccaria , sono Loredana proprietaria insieme a mio marito Giuseppe di un appartamento a Costalissoio. Volevo chiederle se e' possibile pubblicare un ringraziamento sul sito di Costalissoio alle 2 veterinarie Martina e Valeria. ......
........
 Voglio ringraziare entrambe x la professionalità, competenza e grande umanità. Sono felice di aver constatato che ci sono delle giovani professioniste competenti e disponibili che svolgono il loro lavoro con passione e come una missione , cosa che dovrebbe essere sempre cosi' quando ci si prende cura della salute di un animale o una persona. Un grande grazie da Loredana, Giuseppe ed in particolar modo da Stella. Costalissoio e' fortunata ad avere 2 dottoresse cosi' . Un saluto. Loredana

Dal web...

La “strategia aree interne", fortemente voluta dall'UE, per frenare i fenomeni di spopolamento e abbandono delle aree marginali, prevede che siano finanziati progetti di sviluppo locale, purchè proposti e condivisi da tutta la comunità, miranti a migliorare le condizioni di vita e lavoro e di conseguenza a favorire la presenza sul territorio incrementando l'attrattività.

                                ******************

Importanti iniziative saranno poste in essere in un prossimo futuro con i finanziamenti già assicurati dai fondi delle "aree interne del Comelico".

Da "L'Amico del Popolo"- settimanale diocesano un articolo che illustra un ulteriore utilizzo della ex Caserma Carlo Calbo di S.Stefano.


 

Vicino alla nostra malga...

...dal web

Slavina in Val Visdende, scialpinista rimane in superficie.

Verso le 11 di stamattina, venerdì 12 gennaio, in Val Visdende in comune di San Pietro di Cadore un uomo di 66 anni, del posto, mentre praticava scialpinismo seguendo assieme al suo cane il giro delle malghe è stato travolto da una slavina a lastroni staccatasi dal pendio. Si trovava nel tratto tra Malga Campobon e Malga Cecido.
Pare che il distacco della massa nevosa sia stato causato proprio dalla traccia prodotta dagli sci dell’uomo, in un’area considerata a rischio valanga per le condizioni meteo.

La valanga lo ha trascinato per una trentina di metri verso il basso. L’uomo è rimasto in superficie senza riportare conseguenze, ma, impaurito, ha chiesto aiuto. L’eliambulanza del Suem di Pieve di Cadore, dopo averlo individuato, ha sbarcato con un verricello di una quindicina di metri il tecnico di elisoccorso che ha provveduto al suo recupero. Successivamente è stato calato il conduttore dell’unità cinofila da valanga (in questo periodo di turno con l’equipaggio), che ha imbragato il cane dello sciatore per issarlo a bordo. L’uomo è stato quindi trasportato a valle.

Il "nostro" Bernard Attout "il belga di Costalissoio" ha soggiornato con noi durante le festività natalizie. Appassionato di fotografia ci propone in condivisione una serie di belle immagini:

                                                          ....del Comelico >>>>
                                                                                                    ....della Val Visdende >>>>

Grazie Bernard!

mercoledì 10 gennaio

Dopo le piogge dei giorni scorsi il tempo si è stabilizzato con temperature miti e sole alternato. Salendo in quota, verso i rifugi meta di classiche passeggiate: Zovo,Klammbach,Nemes,Coltrondo la neve è caduta abbondante creando un paesaggio che da tempo non vedevamo.

martedì 9 gennaio 2018

"Tempo da lupi": pioggia insistente poi nevischio, tuoni e di nuovo pioggia.

Domani con l'abbassamento delle temperature che già si avverte dovrebbe essere una bella giornata.

Ancora il nostro bravo Mattia Cesco ci propone con un bel video la serata con il coro "Sole Note" nella nostra chiesa di Costalissoio il 5 gennaio 2018.

                                                               cliccare>>>>

 

Il video del nostro bravo Mattia Cesco:  fiaccolata con la Befana e "Bruda la vecia".

                                                           cliccare>>>>

6 Gennaio 2018 Tradizionale fiaccolata con la Befana e "Bruda la vecia".

...una pagina dedicata....                   cliccare sull'immagine>>>

Concerto con il Coro " Sole Note"



Immagine e testo dal web,

Il coro “SOLE NOTE” è un coro polifonico misto composto da una ventina di elementi provenienti da vari paesi del Cadore e Comelico e dall’Ampezzano.
Il suo repertorio spazia dallo spiritual, al gospel e new gospel, alla tradizione musicale africana. Tutti i canti vengono eseguiti a cappella.
La direzione è affidata al Maestro Agnese Molin.


Bella serata ieri sera nella chiesa di Costalissoio.
Canti di ispirazione natalizia, ritmati gospel e spiritual hanno entusiasmato i presenti.

(a breve un video su youtube)

A Costaliassoio......

Serata del 2 gennaio nella chiesa di Costalissoio.

Un insieme, già collaudato in altre sedi ma per la prima volta a Costalissoio, quello del Coro Comelico con il "Gruppo Teatrale  Senza Maschera" che ci ha presentato: "Voci di donne voci di guerra".
Canti, storie di guerra, lettere di fidanzate, mogli, famigliari a chi in mezzo alla neve controllava i nostri confini come quelli della Val di Londo dove numerose valanghe travolsero i soldati.
Seguita con attenzione dai presenti per una riflessione sulle tragedie che le guerre portano alle popolazioni.


Marco P. da Venezia abitante le seconde case del paese, ci fa partecipi di questo tramonto di ieri 1 gennaio verso sera. Dopo una giornata che ci ha portato ancora un 20/25 cm. di neve, ci viene regalato questo spettacolo.


....inoltro queste foto che ho fatto oggi pomeriggio tornando a casa da Costalta.


lunedì 1 gennaio 2018

Si apre con la neve il nuovo anno ed a mezzogiorno insiste. Vedremo.... . Per la verità ne abbiamo abbastanza ma si sa "che al tempo non si comanda".

30 dicembre - tombolata.
Bella e partecipata serata ....
..."mattatore-conduttore" il nostro Giulio. Organizzatore il nostro Sandro con la partecipazione di Mattia...
..."smanettatore"  al computer il nostro Andrea... ...ha fatto "tombola" una signora del trevigiano. "Valletta" la nostra Sofia.

Aperto il "museo Regianini" dalle ore 11 alle 12 il giorno 6 e 7 gennaio

 

Pillole di storia del mese di GENNAIO 2018...

Tratto dal libro "GUERRA E RESISTENZA IN CADORE"

di Walter Musizza e Giovanni De Donà

cliccare sull'immagine >>>

 

Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio

Servizio Centro Meteorologico di Teolo
 

Stazione Costalta
Provincia BELLUNO

Valori giornalieri nel periodo 01/12/2017 - 31/12/2017

 

Data
(gg/mm/aa)
Temp. aria
a 2 m
(°C)
Pioggia
(mm)
med min max tot
31/12/17
-2.5 -5.3 4.2 0.0
30/12/17 -5.5 -9.7 -0.4 0.0
29/12/17 -6.2 -10.0 -0.9 0.0
28/12/17 -1.7 -5.3 0.4 9.0
27/12/17 -0.1 -1.1 0.9 36.4
26/12/17 -1.5 -5.4 3.2 0.6
25/12/17 0.8 -3.5 8.4 0.0
24/12/17 4.2 1.0 11.3 0.0
23/12/17 3.1 0.1 9.2 0.0
22/12/17 1.5 -1.3 6.3 0.0
21/12/17 -2.6 -6.9 3.6 0.0
20/12/17 -4.6 -8.3 2.6 0.0
19/12/17 -7.3 -11.5 -0.5 0.0
18/12/17 -8.1 -10.8 -1.5 0.0
17/12/17 -5.0 -8.1 0.5 0.0
16/12/17 -3.1 -6.6 1.3 0.0
15/12/17 -0.1 -2.7 3.6 1.4
14/12/17 -1.4 -3.1 1.9 0.0
13/12/17 -0.7 -2.1 2.8 0.2
12/12/17 2.2 0.6 3.9 18.0
11/12/17 -1.9 -6.4 2.1 41.4
10/12/17 -8.2 -12.5 -4.7 2.6
09/12/17 -5.3 -9.5 -1.0 0.0
08/12/17 -3.0 -5.8 0.2 3.4
07/12/17 -1.2 -4.5 4.3 0.0
06/12/17 1.7 -1.7 9.1 0.0
05/12/17 1.3 -1.4 5.9 0.0
04/12/17 -1.9 -7.9 4.4 0.0
03/12/17 -5.7 -9.3 2.7 0.0
02/12/17 -5.0 -8.1 0.2 0.0
01/12/17 -6.3 -10.6 -2.5 0.0