Nota- Mi è stato richiesto da alcuni compaesani che abitano lontano,  il piacere di poter "partecipare" anche alle piccole notizie del paese come: articoli sui giornali locali, tempo, lavori ecc.. Provo... a tener aggiornata questa pagina, sempre  rispettando il carattere generale.

 

per visualizzare le pagine precedenti (mesi) del "piccolo diario" cliccare >>> qui  <<<

...... piccolo diario......mese di settembre 2017

Il Gruppo Costalissoio si è attivato nella giornata di sabato 16 settembre per la pulizia del Rio Molinetto, corso d'acqua che attraversa la piazza del paese. Le operazioni sono state eseguite da diversi componenti il Gruppo e non solo, preziosa la collaborazione dei Vigili del Fuoco Volontari di Costalissoio. Grazie a tutti !!!"

 

Una pagina dedicata a cura del "Gruppo Costalissoio"   cliccare sull'immagine >>>>

mercoledì 20 sttembre

Aria d'inverno!
Giornata ventosa e fredda.

Domenica 17 settembre 2017
La Regola di Dosoledo e il Museo Algudnei - inaugurazione del nuovo "arredo fotografico" della via dei Fienili di Dosoledo.

 

Una pagina dedicata

            per visionare cliccare sull'immagine>>>>

 

(immagine tratta dal web)

Lucia (De Mario Casau) vive a Milano ma ogni estate frequenta la sua casa in via S.Stefano.

Ha "sulle spalle" tante primavere ma le porta in maniera invidiabile.

Ha scritto, nel tempo, sentimenti-emozioni vissute. Scrive molto bene e allora, ogni tanto, il piacere di riportare queste testimonianze che ho chiesto e sono autorizzato a "trasmettere".

Riccardo

Grande evento la prossima domenica 17 settembre a partire dalle ore 16.
La Regola di Dosoledo e il Museo Algudnei sono lieti di invitarvi alla inaugurazione del nuovo "arredo fotografico" della via dei Fienili di Dosoledo.
Troverete degli assaggi della nostra storia conditi da un pizzico di modernità data dai nostri architetti.

Vi aspettiamo numerosi!!!

 

Il bollettino parrocchiale di S.Stefano-Casada-Costalissoio "la Conquista", in distribuzione, pubblica uno scritto del nostro Giovanni De Bettin dal titolo:


Dal balcone della mia casa a Costalissoio osservo i versanti a sud sotto Danta, a ovest fino a Padola, a est S. Stefano di Cadore con il monte Col. Abeti, abeti e ancora abeti: famiglia Pinacee. L'unico ambiente vegetale, biotopo, ricopre quasi l'intero Comelico. L'associazione di rare specie diverse si confonde nell'insieme creando alla vista un'esclusiva, intonsa estensione verde dei pendii boscati.

Il monte Col, quasi spoglio ai tempi, della mia giovinezza, ora si integra con il resto del territorio. Si ode raramente il rumore delle valanghe di neve, che preoccupavano invece gli abitanti delle case ai piedi della montagna. La fauna stanziale è la stessa dei tempi remoti. In questo ambiente ecologico convivono da sempre in reciproca relazione (biocenosi).

Il visitatore che non conosce il luogo, i paesi e la gente che li popola ha, come prima impressione quella di un sito di pace e tranquillità. Se il territorio ispira questi sentimenti, la realtà nel viverlo oggi è diversa per scelta degli aborigeni. L'evoluzione dei popoli, tecnologia e automazione. .. sinonimi di progresso, un elevato tenore di vita auspicato, un futuro migliore di benessere dei figli, in alcuni casi il bisogno, ha liberato il vincolo che li legava all'agricoltura.

I tanti fienili giacciono abbandonati e una civiltà rurale che legava l'intera famiglia, padri, figli, nonni e nipoti, è scomparsa. La prepotenza dell'industria è subentrata alla coltivazione della terra e ha creato "mostri" di produzione (cibernetica!) che sostituiscono un numero enorme di lavoratori. I disoccupati aumentano come pure i problemi per il sostentamento delle famiglie. Nessun governo riesce a programmare e prevedere il loro futuro.

ALIMENTAZIONE DEL PASSATO
 Nel recente passato, una popolazione doppia rispetto al presente viveva nel territorio comelicese di agricoltura e di risorse del bosco, garantendo il rinnovo generazionale e provvedendo in modo autonomo ai bisogni di una società che sapeva accontentarsi dello stretto necessario.

In Comelico, fatta eccezione del morbo della "Spagnola" e di qualche altro malanno, nessuno è mai morto di fame. La carestia si è fatta sentire nei periodi bellici, con l'ammasso o la confìsca dei beni e la chiamata alle armi degli uomini. Nei tempi ordinari l'autarchia di una terra avara è bastata a nutrire la popolazione. Descrivo ed elenco l'alimentazione dell'epoca... granoturco e granaglie, fornite dal fondaco della Magnifica Comunità di Cadore a prezzi calmierati, venivano macinati in loco. Da notare che una quantità ordinaria di granoturco maturava a S. Stefano.

Latte, formaggio e burro delle latterie turnarie, uova e patate, maiali, conigli e polli... in estate verdura dell'orto e funghi... Lo scarso denaro derivava dalla vendita di bovini, caprini e funghi e del legname per chi aveva un terreno boscato. La Regola contribuiva come poteva, con manovalanze retribuite per bosco, opere pubbliche o sgombero neve. Dava il sussidio di rifabbrico e fabbisogno di case e fienili. Eccezionalmente ha distribuito, su richiesta dei regolieri, derrate alimentari.

I TEMPI CAMBIANO E NOI CAMBIAMO CON ESSI
 Le nuove generazioni passano inconsapevoli sopra la tradizionale società degli anziani e sopra le spoglie degli antichi! Ma questa metamorfosi è giovata a rendere la nostra vita più serena, più sociale, più disponibile all'incontro e all'aiuto reciproco?

Alcuni di noi, resi sensibili ai bisogni e al dolore del prossimo sconosciuto, talvolta per liberarsi da un senso di colpa per l'abbondanza e il tenore di vita, elargisce il superfluo ai diseredati e affamati, che non riescono a uscire dallo stato di sopravvivenza. Alcuni mossi da nobile sentire, pur non vivendo nell'abbondanza, contribuiscono come possono all'assistenza o sopravvivenza dei più poveri, con spirito di carità cristiana e rinunciando al marginale voluttuario.

Nei tempi passati le occorrenze univano la gente del Comelico, oggigiorno la "libertà dal bisogno" ha creato individualismo e indipendenza fra paesani e parenti. La solidarietà si manifesta solo in casi di calamità o per aiuti finanziari che riguardano il campo sociale. Talvolta l'aiuto alla singola persona viene preso quasi come un'offesa, dalla la caparbietà e l'orgoglio del montanaro che lo accetta solo in caso di estrema necessità.

CHE NE SARÀ DEL COMELICO?

Governanti e anche la gente comune parlano all'unisono di sviluppo con l'incremento del turismo. Ma c'è la crisi in Italia, in Europa e nel mondo. Attualmente un bosco di conifere e uno sterpeto spontaneo chiudono a tenaglia il territorio. I prati impervi vengono sfalciati col contributo pubblico per mantenere un ambiente ecologico in attesa di tempi migliori.

L'audacia sacrificale di alcuni agricoltori, dotati di mezzi efficienti per sfalcio e raccolta del fieno, contribuisce a tenere pulito l'ambiente. I proprietari dei terreni ringraziano. Pochi pensionati con nostalgia del passato, per riempire il vuoto dell'età avanzata, continuano a mantenere una stalla con un numero limitato di capi di bestiame. Questi eredi di un passato sopra accennato godono di quel vissuto sereno che, in questi tempi, progresso ed esigenze non necessarie (...e l'alto tenore di vita!) forse non permettono.

Se per molti il passato è sinonimo di miseria ergo, per lo scrivente e per i lettori, è opportuno ricordare che l'operare in spirito di solidarietà coi meno abbienti è un dovuto, e non un optional!

Giovanni De Bettin
 

martedì 12 settembre - tardo pomeriggio

Le previsioni meteo danno tempo in miglioramento ma al momento la situazione è quella documentata dalla foto......si vede e sopratutto "si sente!"

 

martedì 12 settembre

Aria d'autunno. Incominciano a fumare i camini.
Un tempo si diceva in dialetto "bisogna fei un pirë' " (piccolo fuoco).

Il tempo di riscoprire qualche parola dialettale che sta scomparendo: pirë' (ë chiusa e accentata)  fuoco di breve durata che si accendeva nella stufa nelle mezze stagioni quando occorreva cucinare un po' o fare un caffé (fino all'avvento del gas). Probabilmente in italiano si potrebbe tradurre in "piccolo falò" che deriva dalla consuetudine dei boscaioli di scaldarsi il pasto nel bosco usufruendo di un po' di legnatico secco.

L’11 luglio 2017, a Costalta, inaugurato il sentiero di san Karol Wojtyla.

Il tracciato e quello che unisce il territorio di Costalissoio, strada dei "Giavi", ai prati alti di Costalta dove già da tempo si praticava una passeggiata ad anello con ritorno attraverso la strada "provinciale" panoramica.
Su questo tratto il sentiero chiamato anche "del Papa".

Alla pagina gite di questo sito aggiornata questa passeggiata, per chi vuole fare un "giro virtuale"                                                   CLICCARE SULL'IMMAGINE>>>>

Proseguono i lavori presso la baita "Piazzolette".
Sono a buon punto le facciate esterne che presentano parti in legno antico che ben inseriscono il manufatto nell'ambiente esterno al paese contrassegnato da fienili.

Molte le abitazioni, specialmente di residenti, si sono presentate per l'estate coperte di fiori che sono un arricchimento estetico per l'intero paese. Impegno finanziario ma sopratutto un costante lavoro di "manutenzione" vista l'estate particolarmente calda e secca.
Tra le tante si distingue la casa della fam. Tommasini che a buon titolo ha partecipato al concorso promosso dal Comune di S.Stefano "Balcone fiorito 2017".

Come si legge dal comunicato del Comune di S.Stefano si può votare fino al prossimo 9 settembre. Credo sia opportuno sostenere questa "nostra" candidatura anche perchè merita.
Al link sotto tutti gli iscritti a facebook possono votare, dalla foto ben si riconoscere questa nostra casa.

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.706038382919796.1073741840.245091672347805&type=3 

Altra particolarità ma sempre un abbellimento che si fa notare. La troviamo nella casa posta ai primi numeri di via S.Stefano, casa ex Zaccaria "Bianco" ora appartenente ad una famiglia del veneziano. La signora Anna, che si dichiara autodidatta, ha preso per mano tutti gli scuri della facciata nord ed est e con mano "capace" ha reso questi in una serie di quadri. Figure di animali di terra al pian terreno, di cielo al secondo piano. Colori vivaci figure ben proporzionate, come gia detto: "brava pittrice". Anche qui impegno e passione che arrichiscono il paese.
Sul lato ovest, in rilievo un "folletto" (forse un antico abitante della casa) ....una figura che si sporge e compiaciuta guarda la piazza e il Comelico verso ovest.

Brava signora Anna!

nell'ambito della rassegna culturale Oltre le porte organizzata dal Comune di Santo Stefano di Cadore che per l'edizione 2017 ha come filo conduttore il viaggio in tutte le sue sfaccettature, presentiamo 

AQVA (Non ci sarà la morte) di FILIPPO MELIS
poesie e testimonianze che ripercorrono la strage del Vajont e tutte le altre disgrazie legate all'acqua

venerdì 8 settembre 2017 presso la Sala Polifunzionale della Regola di Casada - h. 21.00


L'evento è realizzato in collaborazione con:
- Biblioteca Comunale di Santo Stefano
- Reteventi Provincia di Belluno

Certi di incontrarvi per questa interessante serata con l'autore Filippo Melis, dalla Sardegna, grazie di condividere l'invito con i vostri contatti.
 
Cordiali saluti.
Lara Zandonella Piton
Consigliere Comunale
 

 

Cari amici di Algudnei, venerdì 8 settembre alle ore 20,45 il nostro Arrigo De Martin Mattiò frugherà nell'immenso archivio digitale del Gruppo di Ricerche Culturali Algudnei (www.comelicocultura.it) per farci tornare indietro nel tempo al Comelico di molti anni fa. Potreste esserci anche voi ... un po' più giovani!

Vi aspettiamo numerosi!

 

 

Sulla strada per Costalta....un modo ecologico per la pulizia dell'ambiente.

domenica 3 settembre

Brusco calo delle temperature, la neve arriva a circa 2200mt., aria d'autunno....

venerdì 1 settembre 2017

Celebrata la "Giornata del Creato"

                                                      per visitare la pagina dedicata cliccare sull'immagine >>>>

...dal foglio settimanale parrocchiale...

Gentilissimi,
 

il Comune di Santo Stefano di Cadore, in collaborazione con Gruppo Alpini S.Stefano di Cadore (sezione A.N.A.), vi invita alla

Cerimonia commemorativa presso il Cimitero Militare "Lobetti Bodoni" - domenica 3 settembre 2017, dalle ore 10:20.

La Santa Messa sarà accompagnata dalla Corale parrocchiale.

Al termine della cerimonia, vi sarà lo scoprimento della lapide restaurata del S.ten Augusto Conti con l'intervento dello storico Guglielmo De Bon. 

Certi della vostra partecipazione e con la preghiera di darne massima diffusione ai vostri contatti, porgiamo cordiali saluti.
Lara Zandonella Piton
 

Segnalo con piacere quanto di produzione della Azienda Agricola Medei che appartiene al nostro paese....fam. Bettina Piazza

 

 

....l'iniziativa già testata positivamente l'anno scorso della cena all'Albergo Gasperina a base di pollo della nostra azienda agricola MEDEI e birra Parnei.

Occasione questa per assaggiare due prodotti del Comelico a Km 0.

Eros Bettina Piazza

 

Pillole di storia del mese di maggio 2017...

Tratto dal libro "GUERRA E RESISTENZA IN CADORE"

di Walter Musizza e Giovanni De Donà

cliccare sull'immagine >>>

 

Dipartimento Regionale per la Sicurezza del Territorio

Servizio Centro Meteorologico di Teolo
 

Stazione Costalta
Provincia BELLUNO

Valori giornalieri nel periodo 01/08/2017 - 31/08/2017

 

Data
(gg/mm/aa)
Temp. aria
a 2 m
(°C)
Pioggia
(mm)
med min max tot
31/08/17 18.3 13.2 24.3 0.0
30/08/17 17.9 11.0 25.9 0.0
29/08/17 16.4 9.3 24.1 0.0
28/08/17 16.9 11.3 24.9 0.4
27/08/17 19.5 13.0 27.7 0.0
26/08/17 18.5 13.0 27.1 1.0
25/08/17 18.1 13.9 24.6 0.0
24/08/17 17.4 10.3 26.5 0.0
23/08/17 14.0 7.7 20.7 0.0
22/08/17 12.6 6.1 19.5 0.0
21/08/17 12.3 5.3 19.8 0.0
20/08/17 11.9 6.4 18.4 0.2
19/08/17 15.1 9.1 20.7 23.6
18/08/17 18.8 12.3 25.8 0.0
17/08/17 17.3 11.3 24.7 0.0
16/08/17 17.0 12.3 23.0 0.0
15/08/17 17.7 11.0 25.6 0.2
14/08/17 16.3 11.8 21.8 0.0
13/08/17 15.2 7.4 21.9 0.0
12/08/17 12.5 7.1 19.6 0.0
11/08/17 12.9 7.9 17.0 8.6
10/08/17 16.1 11.8 22.8 12.2
09/08/17 18.6 13.9 23.7 2.0
08/08/17 18.5 13.0 24.4 0.2
07/08/17 16.4 9.2 23.3 0.0
06/08/17 17.0 11.2 26.0 18.0
05/08/17 21.5 16.3 28.2 0.6
04/08/17 22.2 15.9 29.6 18.6
03/08/17 20.7 13.2 29.0 0.2
02/08/17 20.2 14.2 31.1 7.6
01/08/17 21.3 13.1 30.5 0.0