quatro pase.........i ricorde......

Tante ote don lontgn par fei quatro pase ma basta d via del Pieze e ciapa inze la strada par Godnele- i Giai. La strada e bela d'istiade ma anche d'inverno, se nen masa nve.Par un tin e drta ma dopo va su pompin con i tornante.

I giai che viste da Giaule someia brute, s in auto e bi e caminn al pensir va al tempo pass, alla vita che se vivea tra i bosche.

 

Su a Godnele al bosco se verde ntin e se p vde le Trei Terze.
Se p di d verso Costauta al tri e alolo li dla ma stota don in s verso Tabiosto. Al tri e pna segn ma basta di in s.

Dvane avea 69 ane (1854-1923), era inverno e era du s da solo con la lioda a tole lgne. Dad sra non la p visto torn e dude su e l'a cet morto. Era d sote i udis dla lioda.
A Tabiosto se va inze verso la Val Granda e se reva alla cros de Dvane che e l sote na pianta e durar fin cla pianta la quardar.
Dala cros al tri porta su sulla strada ingiarada vizin a Aga fina. La vna bicia sempro un filo d'aga giaz anche in agosto.

Se torna indoi verso Pin Tamai e se ciapa d par al dizon verso Corul. 

 Zla mandra de Corul ceton ncam l'bore che Bepo dla Costa avea fatto. In mnte torna al ricordo de Bepo che avea fatto una vita zi bosche. Era du zel foreste dal Canada par tance ane. Era torn, tignia nta la tera, dea a fi legne come da sempro. Al destin avea deciso che zal bosco dovea mor e cs e st.Na pianta svarsada dal maltempo, Bepo tenta da tai al bocon tac e la radis se piega come na molla e lo soplis. Dad sera, come Dvane, e dude a cetalo, era sote la radis. La vita......al destin.....

E ncam l la radis e i bocogn dla pianta cla sopl.

Vegn da pens a etre morte zal bosco: Osvaldo dla costa che morto zi ane 50', era al primo d de laoro par la regola de Costa. A bagar d's par che i imbigne d la taia ma dopo, forse e sbris o ingiambar e nen p rius a giavase dala lisa e la taia lo a ciap in pieno.
Etre morte par al pas in Visdende, chl che se ricorda da pi e la "cros d'Amadio" che segna un posto dla val, era da Costlisgn.

Apna p in l i barche de Corul. Sarade dal bosco, zenza strada.... resta un ricordo. Al barco di Gialuche, di Croz, di Baiaza (che e ncam in pes), chl di Fronze che non se vde p. Al ricordo e chl di prades che in agosto gnea siede e dai barche, d'inverno con la lioda, se dea a tole al fgn.

Torna la legria con che svgn fora dal bosco e l'tabi dal 'Sco e la vista verso Danta fa dismanti duto.