REALTA' AZIENDALE CON "RADICI" A COSTALISSOIO

Copia da "piccolo diario" del mese di novembre 2017.

La DBA (De Bettin Associati) dei nostri fratelli De Bettin fa un balzo in avanti: si quota in borsa il prossimo mese  sul mercato Aim (AIM Italia è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole e medie imprese italiane ad alto potenziale di crescita). Il piano industriale 2017-2021 prevede valore della produzione 2017 da 44 milioni a 75 milioni nel 2021 e conseguente  aumento del numero degli occupati.

"Il Gazzettino" pagina "Economia" di martedì 7 novembre 2017, pubblica al riguardo l'articolo riportato sotto.

Doveroso aggiungere che la ditta, orgogliosa di dichiararsi di Costalissoio in tutte le occasioni, sponsorizza in Comelico e provincia tanti eventi culturali e sportivi. Vedi l'articolo copiato da "L'Amico del Popolo" del 2 novembre 2017:

...da "Il Gazzettino" pagina "Economia" di martedì 7 novembre 2017

Dba Group in Borsa per poter crescere ancora all'estero
il presidente De Bettin: «Vogliamo svilupparci lungo la via della seta»

DIGITALE E TELEMATICA

———

Dba Group in Borsa il 12 dicembre. Il gruppo trevigiano con radici a Santo Stefano di Cadore (Belluno) lancerà un'offerta inziale da 20 milioni (12 in aumento di capitale) con un premio incorporato: «Regaleremo un warrant ogni tre azioni acquisite e daremo anche in garanzìa 13 milioni dì azioni della nostra famiglia: se l'anno prossimo non raggiungeremo un ebitda di 6 milioni verranno annullate gradualmente aumentando in questo modo il valore di quei titoli già in circolazione - spiega Fabrizio(?Francesco) De Bettin, presidente del gruppo di consulenza tecnologico da 41 milioni dì fatturato, 412 addetti e 7 società all'estero -. La Borsa ci serve per ottenere nuovi capitali necessari per crescere per linee esterne attraverso acquisizioni soprattutto all'estero lungo la via della Seta. I settori che ci interessano sono quelli dove siamo i già attivi, dalla telematica alla digitalizzazione per la gestione della logistica portuale e interportuale, ma anche per svìluppare progetti di grandi infrastrutture, porti e interporti, vie di comunicazione».

De Bettin punta sulla tecnologia ma anche sugli uomini: «Dodici milioni dell'aumento di capitale verranno dedicati allo sviluppo sia attraverso acquisizioni che per sostenere la ricerca e lo sviluppo. Il Fondo Italiano di Investimento invece cederà azioni per 8 milioni di controvalore», ricorda il presidente.

FAMIGLIA RESTA AL COMANDO

Oggi l'azionariato è diviso tra la famiglia De Bettin (67.2% con Db Holding) e Fondo Italiano di Investimento di Cassa depositi e Prestiti (32,8%). Il fondo è entrato nel 2011 rimarrà al 10%, il resto lo cederà con una lauta plusvalenza - ricorda il presidente del gruppo con base a Villorba (Treviso) - alla fine la nostra famiglia resterà intorno al 50%. E non abbiamo nessuna intenzione di cedere il controllo. Puntiamo sulla valorizzazione della società e delle persone, scommettiamo sui nostri 490 ingegneri (120 all'estero) e sulle loro capacità. Siamo una società di servizi pura e ci dedichiamo ad infrastrutture del mondo delle telecomunicazioni, della generazione e trasporto di energia, e di movimentazione delle merci Siamo anche nel mondo dell'industria 4.0 e nel mercato dell'Oli Gas».

All'estero Dba ha già fatto diversi sbarchi; dopo la Igm Engineering nel 2012, ha acquisito nel 2015 Actual It di Capodistria in Slovenia e nel 2017 la Itelis di Lubiana. Ora si continuerà sulla via della Seta.

Il book dell'offerta si apre il 20 novembre, debutto sul mercato Aim di Borsa Italiana il 12 | dicembre («Compleanno di mia madre Luciana», ricorda De Bettin): «Il road show è partito ieri ed è un'avventura straordinaria, sto incontrando persone estremamente competenti - rivela De Bettin - e grande attenzione per il nostro gruppo-. Nel collocamento Ambromobiare agisce in qualità di advisor, Cfo Sim opera come Global Coordinator e Envent è il Nomad. Chiomenti è l'advisor legale dell'emittente mentre Dentons segue il Global Coordinator. Pwc è la società di revisione e Dieci&Lode di Belluno è l'advisor di comunicazione

MXr.

LA SOCIETÀ TREVIGIANA HA SE6NAT0 UN GIRI D'AFFARI DI 41MILONI. IL FONDO ITALIANO CEDE GRAN PARTE DELLA SUA QUOTA

25  anni per la DBA Group dei nostri compaesani fratelli De Bettin

(DBA Group, holding di società operative nei settori dell’Architettura, dell’Ingegneria, del Project & LIfecycle Management e
dell’Information & Communication Technologi)

Così mi scriveva alcuni giorni fa Francesco De Bettin:

Stiamo organizzando un evento importante per il 10 giugno a Castelbrando di Cison di Valmarino. Noleggeremo il castello per un pomeriggio perché inviteremo tutti i nostri 420 dipendenti e una ottantina di ospiti.

Il primo giugno 1991 a Santo Stefano di Cadore abbiamo costituito DE BETTIN ASSOCIATI Studio di Ingegneria e da lì cominciò l'avventura di DBA.

Francesco, Raffaele, Stefano e Daniele De Bettin

Così scrive Stefano Vietina sul "Corriere delle Alpi": vedi link sotto

http://corrierealpi.gelocal.it/belluno/cronaca/2016/06/05/news/dba-group-compie-25-anni-la-sfida-dei-fratelli-de-bettin-1.13612834

**********

Ci siamo ritrovati in molti di Costalissoio:  parenti, amici, collaboratori, dipendenti, al Castello per festeggiare assieme alla famiglia De Bettin. Sono di Costalissoio, poi dopo gli studi si sono ritrovati con lo studio in piazza a S.Stefano dove già operava papà Bortolo geometra e quindi "l'avventura" che li ha portati nella sede di Treviso e poi in varie parti d' Italia e del mondo. 420 dipendenti 42 milioni di euro fatturati nel 2015.

La fam. De Bettin: Daniele, Raffaele, Bortolo, Luciana, Francesco, Stefano...

...Castelbrando a Cison di Valmarino (vicino a Vittorio Veneto)... ...Castelbrando...
...in attesa presso la sala Teatro...
...gli schermi ci propongono un ponte che si costruisce e lo slogan: Esplorate. Sognate. Scoprite.    ....

Il saluto di Francesco in "tre lingue", la prima è nel dialetto di Costalissoio, che dimostra orgoglio di appartenenza, poi in Inglese e Italiano-
Il saluto e il ringraziamento agli ospiti. Lettura della lettera inviata dal Presidente della Regione Veneto Zaia, in video il saluto della Presidente degli industriali del Veneto, l'intervento di un rappresentante del Fondo Italiano di Investimento. Un breve filmato poi rappresenta quattro ragazzi sempre uniti nel nostro ambiente di montagna: si muovono nel bosco, costruiscono un passaggio sull'acqua, raggiungono un passo panoramico insomma l'infanzia con uno sbocco ai livelli più alti dei fratelli De Bettin.
Seguono gli interventi di Stefano, Daniele, Raffaele e Francesco che illustra passato, impegno, difficoltà, speranze e progetti per un futuro in crescita. ...

...è seguito un buffet all'esterno, sulla terrazza panoramica che domina la vallata.
Auguri alla DBA e grazie per il vostro orgoglio di appartenza alla nostra comunità.

17 maggio 2016  -  copia dalla pagina diario del sito

La DBA (De Bettin Associati) ( http://www.dbagroup.it/ ) è una realtà aziendale con "radici a Costalissoio" ( vedi pagina su questo sito http://www.costalissoio.it/sitovech/dba.htm).

Bortolo De Bettin e Luciana De Mario appartengono a questo paese e così pure i loro figli: Francesco, Raffaele, Stefano, Daniele. La loro casa di origine e a Costalissoio e in paese, quando possono, frequentano le loro case. I genitori ora vivono a S.Stefano dove si trovano anche una parte degli uffici aziendali.

Sono orgogliosi della loro appartenenza a questa terra che ha trasmesso quei valori che esprimono, anzi lo mettono evidenza, nei consessi a cui partecipano (vedi sotto).

Noi siamo orgogliosi di loro! (Riccardo)

Per chi ha piacere di seguire una parte dell'intervento di Francesco De Bettin al convegno tenutosi a Treviso 11 maggio 2016 "Italia per le imprese"                                cliccare sull'immagine >>>>

Riporto con piacere, il riferimento è all' EXPO 2015 - ottobre, il testo confidenziale che a suo tempo mi era stato inviato da Francesco che proponeva una serie di filmati.....

.......sono relativi ad una conferenza a cui ho partecipato come testimonial all’Expo a Milano e che rappresentava il clou dell’annuale riunione dell’Associazione Italiana delle Aziende Familiari, fondata da Alberto Falk molti anni fa e nella quale sono raggruppate tutte le principali aziende italiane guidate da nuclei famigliari a noi tutti noti (Fiat, Gruppo De Benedetti, Mediaset, Unicem Buzzi, ecc.). Io non sapevo nemmeno che esistesse un club del genere (che raggruppa il 19% del PIL italiano) e sono stato cooptato come testimonial all’ultimo momento, per accompagnare l’Amministratore Delegato del Fondo Italiano di Investimento (il nostro socio). infatti tutti gli altri partecipanti erano corazzati di slide e presentazioni mentre io sono arrivato a Milano con “la pancia ed i denti” ed ho mentalmente organizzato il mio intervento mentre gli altri parlavano.
Puoi vedere e sentire ciò che con umiltà ho raccontato ........
Propongo,  per chi ha piacere, di seguire una parte del filmato (22-24 ottobre 2015). Anche in questo viene espresso da Francesco l'appartenenza alla nostra terra.

“Din don”: i bellunesi aprono la borsa di Londra

Ieri la campanella è stata suonata dai fratelli De Bettin della “Dba Group” presente nella capitale inglese con altre società appartenenti al settore “Star”

di Stefano Vietina

CADORE. Dal Comelico a Londra per dare l’apertura alle contrattazioni della Borsa inglese. Protagonista la “Dba Group” dei fratelli De Bettin: Francesco (classe 1961), Raffaele (1963), Stefano (1965) e Daniele (1976). Il gruppo, attivo nel comparto dell’ingegneria civile, dell’impiantistica, del project management e in quello dello sviluppo di piattaforme software web based, ha preso le mosse nel lontano 1991 proprio a Santo Stefano, dove mantiene la sede in piazza Roma 19. Oggi conta duecento addetti e ha chiuso il 2011 con un fatturato consolidato di 19,5 milioni di euro.
 
In questi giorni le società appartenenti al “Segmento titoli ad alti requisiti” (Star) di Borsa Italiana stanno incontrando a Londra gli investitori istituzionali nel corso della 12^ Star Conference.

E ieri, per festeggiare l'evento, l'apertura dei mercati a Londra è stata dedicata alle società Elite, ovvero ad alcune piccole e medie che, in un prossimo futuro, potrebbero quotarsi proprio nel segmento Star. «Fra queste trenta aziende Elite, selezionate su oltre cento, ci siamo anche noi», spiega Raffaele De Bettin da Londra. «E in quattro questa mattina (ieri ndr) siamo stati invitati a una cerimonia davvero emozionante, alla presenza anche del presidente di Borsa Italiana, Massimo Tononi. Alle 8 esatte», prosegue De Bettin, «ho appoggiato sul leggio la mattonella trasparente con inciso il nome dell'evento. Un momento entusiasmante, simbolico ed emozionante al tempo stesso».

In precedenza, martedì l'ambasciata italiana di Londra aveva organizzato un cocktail, con la partecipazione dell’ambasciatore Alain Giorgio Maria Economides e del Ceo del “London stock exchange”, Xavier Rolet. «Nel suo discorso di saluto, Rolet ha nominato espressamente le aziende partecipanti al programma Elite, e in particolare la nostra “Dba”, come un'eccellenza delle imprese del mercato europeo, che vogliono crescere e affermarsi».

Pensate alla quotazione? In che tempi?

«Di questo argomento preferiamo non parlare», conclude De Bettin, prima di prendere l'aereo per far ritorno a casa.

Dba Group, holding di società operative nei settori dell’architettura, dell’ingegneria e dell’Ict, è tra le prime trenta aziende italiane entrate a far parte del progetto Elite, un’iniziativa di Borsa Italiana per il sostegno e la crescita delle piccole e medie imprese. Ed è stata selezionata tra oltre cento candidature, per intraprendere un percorso che vuole rendere queste “pmi” più competitive, visibili e attraenti agli occhi degli investitori. «Il progetto Elite rappresenta un’occasione per l’acquisizione di know how specifico finalizzato alla crescita e alla creazione di valore», sottolinea Francesco De Bettin, presidente di Dba Group. «Per noi rappresenta un’importante occasione perché ci consente un training on the job e perché dà visibilità a una piccola azienda che viene dalle Dolomiti».

@vietinas

Nata nel 1991, ha 8 sedi tra Italia e Russia

DBA Group S.r.l. è una holding di società operative nei settori dell’architettura, dell’ingegneria, del project & lifecycle management e dell’information & communication technologies. È...

DBA Group S.r.l. è una holding di società operative nei settori dell’architettura, dell’ingegneria, del project & lifecycle management e dell’information & communication technologies.

È stata fondata dai fratelli De Bettin nel 1991 e oggi può contare su duecento addetti suddivisi nelle sette sedi in Italia - a Santo Stefano di Cadore (BL), Villorba (TV), Milano, L’Aquila, Roma, Napoli, Oristano - e in quella russa di San Pietroburgo. Un’azienza che opera con clienti del calibro di Omnitel (oggi Vodafone), Telecom, Fastweb, Terna, Agip, Total, Erg, Api, BNL, etc.

Oggi DBA Group srl ha sede a Villorba. La società è partecipata al 77,2% dai soci fondatori attraverso DB Holding srl (che mantiene da sempre la sede a Santo Stefano di Cadore) e al 22,8% dal Fondo italiano d’investimento Sgr spa, entrato nel capitale a dicembre 2011, con l’immissione di 4 milioni di euro, per accelerare i processi di crescita, di diversificazione e di internazionalizzazione.

DBA Group srl. detiene l’intero capitale di DBA Progetti spa, DBA Proekt OOO che opera nella Federazione Russa, di Weez srl e di DBA Lab spa.

Ha chiuso l'esercizio 2011 con un valore della produzione consolidato pari a € 19.478.266,00, un margine operativo lordo di € 3.088.392,00, un risultato della gestione ordinaria pari a € 2.493.700,00 e un risultato netto di € 623.451,00, dopo aver pagato imposte per € 898.049,00. Risultati in linea, sottolineano da Villorba, con il piano industriale. (s.v.)

DBA  Progetti  (De Bettin Associati)

Pubblicato su "IL GAZZETTINO" - pagina Comelico un articolo a firma di Lucio Eicher Clere riguardante gli sviluppi della DBA (De Bettin Associati).

SANTO STEFANO Firmato a Milano l’ingresso nel Dba del Fondo Italiano di Investimento

Iniezione da 4 milioni per il Gruppo De Bettin

Lucio Eicher Clere - Venerdì 25 Novembre 2011,

La Dba Group dei fratelli De Bettin di Costalissoio è la prima ditta del Nordest ad avere come socio il Fondo Italiano di Investimento.
      È stato firmato ieri, nella sede di Milano della società, il contratto che prevede un investimento da parte del FII di 4 milioni di euro, come sottoscrizione di quote di minoranza nella Dba. Questo ingresso del Fondo Italiano di Investimento costituisce per la Dba una svolta storica nel cammino ormai decennale di crescita. Raffaele De Bettin, uno dei quattro fratelli che, insieme a Francesco, Stefano e Daniele, sta costruendo una impresa di dimensioni sempre più allargate, ha detto:«L'accordo raggiunto con Fondo Italiano completa per Dba Group un percorso industriale intrapreso molti anni fa e rappresenta il primo e propedeutico passo per una crescita ulteriore, in grado di garantire l'internazionalizzazione delle attività, lo sviluppo ed il rilascio di servizi di ingegneria di processo innovativo, basati sull'intenso uso delle nuove tecnologie. Con questo accordo Fondo Italiano ha messo a disposizione di Dba Group gli strumenti per consentire ad una realtà imprenditoriale in forte evoluzione di diventare "impresa vera", di rafforzarsi e consolidarsi, contribuendo nel contempo a riaffermare le eccezionalità del nostro paese nelle competizioni globali».
      Nata nel 1999 a Santo Stefano, dove conserva la sede familiare nella stessa casa dove abitano i genitori dei quattro soci fondatori, Bortolo e Luciana, la Dba ha come sede principale quella di Villorba in periferia di Treviso, ma anche Roma, L'Aquila, Milano e San Pietroburgo, dove sono state ultimate recentemente delle commesse per una società che sta costruendo l'autostrada Mosca-San Pietroburgo.
      Dalla decina di dipendenti dei primi anni agli attuali 200, Dba è arrivata ad un fatturato di circa 18 milioni di euro e lavora per la realizzazione di infrastrutture di rete nel settore delle telecomunicazioni, fornendo i suoi progetti ai principali gestori italiani, quali Telecom, Vodafone, Wind Infostrada, ma anche nell'ambito delle forniture di carburante, per le stazioni di servizio delle principali compagnie petrolifere.
      Con la controllata Dba Lab il gruppo ha sviluppato una attività di ricerca e realizzazione di piattaforme software web. «Dba - conclude Raffaele - è una società all'altezza delle sfide contemporanee, che conserva l'orgoglio di rimanere in Comelico».
 

...dall'intervista a Francesco De Bettin a cura di Lucio Eicher Clere e pubblicata sul quotidiano " Il Gazzettino"...

Domenica, 22 Gennaio 2006-dal quotidiano "IL GAZZETTINO" Cadore-Comelico
SANTO STEFANO La società dei fratelli De Bettin è considerata tra le prime venti del settore a livello nazionale
Dba Group, l'ingegneria di successo
Il presidente: «Non dimenticherò mai lo scetticismo dei tanti profeti di sventura. Mi spiace per loro»
Santo Stefano

Tra le prime 20 società di ingegneria in Italia ce n'è una che è nata e conserva radici in Comelico. E' la Dba Group, una società per azioni, di cui è presidente Francesco De Bettin da Costalissoio e soci i tre fratelli Raffaele, Stefano e Daniele. Nella crisi delle aziende del Veneto e ancor più in un'area marginale come il Comelico, che ha visto chiudere decine di fabbriche, trovare un'impresa innovatrice ed in crescita è una buona notizia. 90 dipendenti nelle quattro sedi di Santo Stefano, Treviso, Bologna e L'Aquila, una valore annuo di produzione di 7 milioni di euro, clienti come la Telecom, Wind, Vodafone, 3, Agip, Total, Q8, commesse in tutta Italia, in Spagna, Turchia e Grecia, la Dba Group è cresciuta nell'ultimo lustro in maniera graduale ma sicura, tanto da ottenere un posto significativo nella classifica stilata dall'Oice in occasione dell'ultima edizione dal Saie di Bologna e risultare una delle società di ingegneria più quotate del Nordest.

E' una storia di impresa familiare, quella dei fratelli De Bettin, in analogia con quelle di altre famose famiglie del capitalismo italiano, come i Benetton di Ponzano. E non sarà casuale la convivenza nello stesso stabile di via Felissent, nella periferia nord di Treviso, della Dba Group con gli uffici del Gruppo Benetton che si occupano di ricerca e finanza.

Il legame con la famiglia di origine e la valle del Comelico restano per Francesco De Bettin ed i suoi fratelli un punto fermo nella strategia imprenditoriale. Anche se la parte più consistente della società, sia per numero di personale che per strategia operativa, è a Treviso, tuttavia la sede legale rimane a Santo Stefano, con gli uffici sullo stesso piano della ottocentesca casa di piazza Roma, dove vivono il papà Bortolo e dalla mamma Luciana DeMario. Qui lavorano una quindicina di persone, geometri, periti informatici, impiegati amministrativi. E' proprio l'uso delle tecnologie informatiche più sofisticate che consente agli operatori della Dba Group di lavorare a Santo Stefano, ma essere collegati in tempo reale con Treviso e le altre sedi italiane. Così come Francesco De Bettin mantiene il collegamento visivo con la terra d'origine, coprendo le pareti del suo ufficio di presidenza a Treviso con fotografie di paesaggi comeliani e quadri d'autore ispirati alle montagne dolomitiche. E non suona retorico lo slogan che guida il suo lavoro: "Avere il senso del possibile e l'ambizione del nuovo, il passo e la caparbietà del montanaro e non pensare di essere mai arrivati". Laureato in ingegneria nel 1987 a Udine, Francesco De Bettin ha lavorato nell'ufficio tecnico del padre, per poi fare diverse esperienze come dirigente in aziende informatiche, fino ad affrontare la sfida di imprenditore, affrontando a metà degli anni Novanta i primi grossi appalti con la Omnitel e fondando con i fratelli nel 1998 la Dba Group spa, con l'obiettivo di creare una impresa innovativa nel settore dell'ingegneria integrata e delle tecnologie di comunicazione. «Non posso dimenticare lo scetticismo dei tanti profeti di sventura - racconta il presidente della Dba Group - che guardavano dal molo la nostra partenza, nella speranza, o certezza, che saremmo calati a picco prima di raggiungere la bocca di porto. Ancora oggi mi rincresce per loro per non aver esaudito le loro speranze».A otto anni di distanza la Dba Group ha diversificato la sue attività, entrando in numerosi campi di progettazione tecnologica ed iniziando ad operare nella elaborazione di programmi per aziende, nella telemedicina e nel settore della scuola, affiancando alla Dba Progetti la Dba Lab. Le premesse per continuare a crescere ci sono tutte. A crederci, oltre ai fratelli De Bettin, anche i novanta dipendenti, la media di età dei quali è attorno ai trent'anni.

Lucio Eicher Clere

I fratelli:  Francesco, Raffaele, Stefano, Daniele.
Li conosciamo bene, perché conservano la loro appartenenza al paese di Costalissoio. Qui hanno casa e qui li incontriamo quando sono liberi dal lavoro.

Le sedi princiali

... a Treviso ... ... a S. Stefano ...

Dal sito www.dbagroup.it/ le pagine esplicative sull'attività del gruppo:

DBA Progetti

DBA PROGETTI è una società di ingegneria e project management che si rivolge a Clienti che necessitano di servizi tecnici e gestionali per la realizzazione di opere ed infrastrutture, nel campo privato e pubblico.

I settori in cui DBA opera sono principalmente l’edilizia, le infrastrutture per le telecomunicazioni, le reti di distribuzione carburanti, i piani urbanistici e gli studi di impatto ambientale.

DBA è oggi una realtà di circa 90 persone, cinque sedi nel Triveneto, Emilia Romagna, Centro e Sud Italia, con una presenza di mercato sia regionale che nazionale e capace di supportare Progetti in campo internazionale.

I Clienti trovano in DBA professionisti altamente esperti e qualificati ed una società che affianca ai servizi forniti una solida struttura aziendale in grado di affrontare iniziative complesse e dall’elevato valore aggiunto. L’azienda può vantare un sistema di gestione qualità e un network informatico di primo livello.

La volontà di DBA è quella di soddisfare i propri Clienti comprendendo le esigenze e le finalità delle loro imprese, come partner sempre presente per raggiungere gli obiettivi desiderati.

Missione

Essere una delle società italiane di riferimento nell’ingegneria e nel project management di opere e infrastrutture a rete.

DBA PROGETTI si propone di essere una delle società italiane di riferimento nell’ingegneria e nel project management di opere e infrastrutture a rete con un’offerta di soluzioni integrate per:

·         le telecomunicazioni

·         l’energia

·         la distribuzione di beni e servizi

·         gli immobili

DBA si rivolge al mercato nazionale e europeo, disponendo di esperienze e know-how per standard ed esigenze di Clienti internazionali.

Sistema IT

Un sistema integrato in continuo sviluppo, mediante l’utilizzo di intranet e web aziendale.

DBA crede che lo sviluppo di un sistema informatico di primo livello sia la via indispensabile per raggiungere una elevata efficienza aziendale e uno standard qualitativo superiore per i propri servizi offerti.

La struttura aziendale di DBA si basa su di una rete che interconnette ciascuna sede e ciascuna postazione in un unico sistema integrato, protetto da accessi esterni non controllati, a tutela dei dati propri e dei Clienti. Per ciascuna sede sono eseguiti doppi backup giornalieri sia su disco rigido che su nastro.

DBA utilizza, con un continuo sviluppo, una propria intranet aziendale per la condivisione della documentazione di sistema in modo che ogni persona possa sempre disporre in tempo reale di tutte le informazioni aziendali ed esterne aggiornate per svolgere al meglio il proprio lavoro.

Lo staff IT di DBA ha in particolare implementato il web aziendale riservato ai propri Clienti, per la gestione delle informazioni nelle commesse di project management ed alta sorveglianza.


Sistema Qualità

La qualità nella quotidiana operatività e nel consolidamento e rilancio a nuove soddisfazioni.

DBA è certificata ISO 9001 dal 26 settembre 2001, su verifica e rilascio del certificatore RINA, N. 5923/01/S.

Il 31/07/2003 DBA ha conseguito la certificazione del proprio Sistema Gestione Qualità secondo la norma ISO 9001:2000 (“VISION 2000”) su verifica e rilascio del certificatore RINA.

L’oggetto di certificazione di DBA è:

“Progettazione, Direzione Lavori e Collaudo delle strutture, Alta Sorveglianza, Sicurezza e Salute nei cantieri, di opere nel settore civile, strutturale, industriale e delle infrastrutture.

Valutazione e analisi di impatto elettromagnetico.”


I nostri servizi

Ingegneria e architettura

La soluzione integrata e modulare per l’ingegno e la sicurezza delle opere e infrastrutture.

DBA offre servizi per la progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, la direzione lavori ed il collaudo strutturale di opere private e pubbliche, destinate alla residenza, alla produzione e servizi, all’edilizia ospedaliera. Sono inoltre predisposte specifiche tecniche e capitolati speciali per l’assegnazione dei lavori dal Cliente alle Imprese di Costruzione.

Nell’ambito specifico dell’ingegneria delle strutture, vengono sviluppati i servizi di progettazione, calcolo, direzione lavori e collaudo delle opere o elementi in cemento armato, acciaio, legno lamellare. Sono inoltre predisposti lo studio di particolari costruttivi.

Tutti i servizi sono realizzati mediante strumenti software e hardware di primo livello, in particolare la progettazione avviene in ambiente CAD mentre l’esecuzione dei calcoli strutturali utilizza i più performanti e collaudati software di mercato.

DBA nell’ambito della sicurezza dei lavori ai sensi del D.lgs. 494/96 offre i servizi di Responsabile per il coordinamento in fase di progettazione e di esecuzione delle opere, assumendosi se richiesto anche l’incarico di Responsabile dei Lavori con professionisti qualificati e di elevata esperienza.

I servizi di ingegneria e architettura, sono offerti da DBA sia come singoli servizi, moduli specifici di più vaste esigenze, sia come offerta integrata, presentandosi come risolutore unico delle esigenze del Cliente.

Project Management

Gestire e raggiungere obiettivi, con solida conoscenza tecnica e delle dinamiche di sviluppo dei Progetti.

DBA offre servizi di Project Management per il raggiungimento degli obiettivi nei costi, tempi e qualità definiti dal Cliente per il proprio Progetto.

DBA ha sviluppato le proprie capacità di gestione Progetti secondo le moderne metodologie e tecniche del Project Management per la pianificazione, il controllo, il reporting, lo sviluppo di azioni preventive e correttive per i rischi di Progetto.

Queste capacità derivano dalla conoscenza diretta del settore delle opere e delle infrastrutture grazie all’esperienza nei servizi di ingegneria ed alta sorveglianza ed alla conoscenza delle dinamiche delle società di ingegneria, di fornitura e di costruzione e delle strutture delle Pubbliche Amministrazioni.

Per l’esecuzione ed il supporto del Project Management, DBA utilizza software quali Microsoft Project, data base Access e SQL Server, fogli di calcolo Excel, realizzando appositi siti web secondo le esigenze del Progetto per la gestione in tempo reale di dati, informazioni e documenti.

DBA predispone inoltre di Manuali e Procedure di Gestione del Progetto. Il Cliente potrà così disporre di uno strumento affiancabile ai contratti in essere con i singoli soggetti appaltanti, per la gestione delle interconnessioni operative di questi ultimi.


Alta Sorveglianza

La supervisione del rispetto delle esigenze del Cliente.

L’Alta Sorveglianza è intesa da DBA quale servizio di supervisione e verifica delle attività che il Cliente ha affidato a società appaltatrici terze, a garanzia delle specifiche e degli accordi che il Cliente ha stipulato con queste ultime.

A descrizione generale, il servizio di Alta Sorveglianza percorre il Ciclo del Progetto con i seguenti obiettivi:

·                esprimere valutazioni dei luoghi di futura realizzazione delle opere o infrastrutture;

·                valutare preliminarmente ed approvare (secondo le condizioni del Cliente e dei vincoli degli Enti preposti) il progetto di massima e la relativa stima economica di massima;

·                verificare ed approvare (secondo le condizioni del Cliente) la progettazione esecutiva, nelle parti opere edili, elettriche, impiantistiche, ecc.;

·                eseguire l’alta sorveglianza dei lavori, garantendo e verificando per il Cliente, attraverso un’adeguata presenza sui lavori, la conformità dei lavori al progetto approvato, sia tecnicamente che economicamente e per quanto previsto dalla legislazione vigente;

·                eseguire il collaudo tecnico-amministrativo dei lavori, ai fini della corretta consegna al Cliente delle opere eseguite da società terze;

·                eventualmente adempiere, su nomina del Cliente, a “Responsabile dei Lavori” ai sensi del D.Lgs. 494/96 e successive modifiche ed integrazioni.

Pianificazione territoriale

Capire il contesto per massimizzare il valore delle opere e delle infrastrutture.

DBA è consapevole che la riuscita di qualsiasi opera e infrastruttura dipende dalla corretta introduzione nel contesto ambientale. I servizi offerti sono indirizzati agli studi e alla progettazione ambientale, urbanistica-territoriale e della mobilità.

Le metodologie utilizzate sono basate sull’utilizzazione di software e hardware di primo livello, in particolare mediante sistemi informativi georeferenziati (GIS), che consentono un’analisi approfondita di tutti i parametri territoriali e la possibilità di confrontare tra loro le simulazioni delle differenti soluzioni progettuali.

In base alle esigenze del Cliente, DBA può offrire la creazione e l’implementazione di banche dati ambientali, urbanistiche e stradali, ad integrazione e supporto dei propri servizi.

Tutti i servizi offerti sono realizzati in modalità multidisciplinare attraverso il coinvolgimento e la gestione di professionalità esterne esperte nei differenti settori.

I servizi di pianificazione territoriale, sono offerti da DBA sia come singoli servizi, moduli specifici di più vaste esigenze, sia come offerta integrata, presentandosi come risolutore unico delle esigenze del Cliente.

 

 


I nostri settori

Reti comunicazioni mobili

L’intera filiera dei servizi per la messa on-air delle comunicazioni.

Nel settore delle reti di comunicazioni mobili, DBA ha sviluppato primarie esperienze sia in campo nazionale che internazionale, offrendo i suoi servizi sin dal primo avvio in Italia delle comunicazioni cellulari.

DBA integra l’offerta dei suoi servizi presentandosi ai principali gestori come soluzione unica per l’ingegneria e la gestione nella realizzazione della rete. Partecipando inoltre al consorzio EPTEL è in grado di proporsi come fornitore di reti turn-key.

Ad oggi DBA ha fornito i suoi servizi per oltre 2000 stazioni radio base in Italia e per oltre 1000 in Spagna (tramite la partecipata DIVITEL s.a.). DBA attualmente opera per TIM, VODAFONE, 3, WIND.

 

I servizi offerti da DBA sono:

·         Servizi reti turn-key

·         Network Planning

·         Site Acquisition

·         Progettazione preliminare e definitiva

·         Analisi di Impatto Elettromagnetico

·         Attività per l’ottenimento permessi

·         Progettazione esecutiva

·         Gestione acquisti e appalti

·         Gestione della realizzazione

·         Sicurezza sul Lavoro

·         Collaudo delle strutture

·         Alta Sorveglianza

·         Project Management

Reti comunicazioni fisse

Ingegneria e gestione per le infrastrutture in cavo.

DBA offre i servizi di ingegneria e gestione necessari alla realizzazione di reti di telecomunicazione su vasta scala sia per reti private di edifici o infrastrutture.

All’ingegneria e gestione delle opere civili ed impiantistiche dell’infrastruttura, sono associati i servizi per il dimensionamento e la selezione degli elementi tecnologici e portanti dei segnali di comunicazione.

I servizi offerti da DBA sono:

·         Fattibilità e Business Plan

·         Progettazione

·         Dimensionamento

·         Forniture ed appalti

·         Cartografia esecutiva

·         Capitolati e norme tecniche

·         Sicurezza sul Lavoro

·         Gestione realizzazione e collaudi

·         Project Management

Reti distribuzione carburanti

Servizi per la realizzazione e l’adeguamento delle reti di distribuzione carburanti e servizi non-oil.

DBA ha sviluppato un’offerta completa di ingegneria, architettura e project management per i Gestori di reti carburanti, proponendosi come fornitore di servizi sia per le opere primarie necessarie all’erogazione di carburanti, sia per le strutture non-oil (shop, ristoranti, ecc) presenti sui punti vendita.

La tipologia su cui DBA opera spazia dai punti vendita della rete ordinaria a quelli autostradali, cercando soluzioni che massimizzino l’utilità degli spazi e l’accoglienza per gli utenti.

DBA offre le proprie soluzioni di ingegneria e project management sia per singolo punto vendita, sia per campagne di adeguamento dell’intera rete di distribuzione carburanti.

DBA ad oggi opera per le principali compagnie petrolifere italiane ed estere, ENI, OMV e TOTAL, sia con servizi di ingegneria che di project management.

 

I servizi offerti da DBA sono:

·         Individuazione e contrattualizzazione dell’impianto

·         Progettazione preliminare, definitiva e preventivo sommario

·         Attività per l’ottenimento dei permessi

·         Progettazione esecutiva

·         Sicurezza sul lavoro

·         Gestione della Realizzazione

·         Collaudo Amministrativo

·         Project Management

Opere e infrastrutture

Servizi per la progettazione e direzione della realizzazione.

DBA offre i propri servizi di ingegneria ed architettura per opere ed infrastrutture, in tutte le loro fasi, dalla studio di fattibilità alla realizzazione e collaudo.

 

I servizi offerti da DBA sono:

·         Studi di fattibilità, Layout

·         Progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva

·         Progettazione strutturale ed impiantistica

·         Studi particolari costruttivi, decorativi, progettazione di interni

·         Capitolati, contratti, documenti e specifiche per gare di appalto

·         Direzione dei lavori, computi e contabilità della realizzazione

·         Responsabile dei lavori

·         Sicurezza in fase di progettazione ed in fase di esecuzione

·         Collaudi

·         Accatastamento ed agibilità

Inoltre per i beni presenti sul territorio, quali immobili e infrastrutture stradali, sono forniti i servizi di rilievo, censimento tecnico-amministrativo e costituzione di banche dati (vedi “Rilievo, Censimento e Banche Dati”).

 

Per la realizzazione di opere ed infrastrutture di elevato valore, DBA offre i servizi di Project Management secondo le specifiche esigenze del Cliente nella gestione dell’implementazione del Progetto. (si veda quanto descritto in “Project Management”.)

 

I settori in cui DBA opera sono:

·         Edilizia per produzione di beni e servizi

·         Edilizia residenziale

·         Edilizia ospedaliera

·         Edilizia storica e di culto

·         Opere strutturali

·         Infrastrutture: strade, arredi urbani, impianti sciistici, opere idrauliche


Ambiente – Urbanistica – Mobilità

Capire il contesto per massimizzare il valore delle opere e delle infrastrutture.

DBA è consapevole che la riuscita di qualsiasi opera e infrastruttura dipende dalla corretta introduzione nel contesto ambientale. I servizi offerti sono indirizzati a studi-progettazione ambientale, urbanistica-territoriale e della mobilità.

 

Ambiente

DBA esegue studi di impatto ambientale per qualsiasi tipologia di opera, infrastruttura o  impianto: opere puntuali (discariche, cave, centrali tecnologiche) e di vasta scala (strade, autostrade). A ciò si aggiungono progetti per la valorizzazione delle risorse ambientali.

Le metodologie utilizzate sono basate sull’utilizzazione di software GIS, che consente un’analisi approfondita di tutti i parametri territoriali e la possibilità di confrontare tra loro le simulazioni di impatto ambientale di varie soluzioni progettuali.

Il rilievo dei parametri territoriali avviene in modo multidisciplinare attraverso il coinvolgimento e la gestione di professionalità esterne esperte nei vari settori (ambiente, idrologia, geologia, ecc.).

 

Urbanistica

Pianificazione attraverso la redazione di strumenti urbanistici generali e di settore, piani regolatori generali, piani urbanistici attuativi. DBA utilizza sistemi informativi georeferenziati (GIS), con creazione e utilizzo di banche dati territoriali.

 

Mobilità

Pianificazione, programmazione, razionalizzazione e controllo della mobilità a grande scala e a scala urbana. Piani urbani del traffico, modelli di simulazione con l’ausilio del software, con creazione ed utilizzo di banche dati stradali.

Patrimonio

Verifica tecnica-amministrativa e valutazione delle proprietà, quale base per la gestione del loro valore.

DBA detiene un elevato know-how nel campo dei rilievi topografici, geometrici o con strumentazioni ad alto rendimento finalizzati al censimento ed all’accatastamento di infrastrutture, opere singole o in rete tra loro, beni immobili generali.

 

DBA opera nei seguenti settori:

Patrimonio Immobiliare

Nel settore del censimento di immobili, è sottolineata la capacità di ricerca, analisi, verifica, rilievo tecnico impiantistico ed amministrativo, costituzione della banca dati, degli immobili che costituiscono il patrimonio delle Aziende e degli Enti committenti.

Nel recente passato, la società ha attivamente contribuito alla costituzione delle banche dati immobiliari dei compartimenti ANAS di Venezia, Milano, Firenze e Roma.

 

Patrimonio infrastrutturale

Nel settore delle infrastrutture stradali la società è particolarmente specializzata nella raccolta delle informazioni tecniche necessarie alla costituzione di banche dati per la descrizione e gestione delle infrastrutture medesime.

Tale know-how deriva dall’aver diretto il primo progetto avviato in Italia per la costituzione del Catasto Elettronico delle Strade Statali dell’ANAS nei compartimenti della Lombardia e del Veneto.

 

Patrimonio fondiario

Nel settore dei terreni, sono svolti rilievi topografici, ricerche documentali e stime del valore. I servizi sono offerti sia per soggetti privati, sia per Aziende ed Enti.

Convention del gruppo DBA-sabato 15 marzo 2008 - S. Stefano di Cadore

Un traguardo di prestigio raggiunto dalla DBA -De Bettin Associati: vincitore del concorso internazionale di architettura "ARRIVARE A VENEZIA". La loro origine è nel nostro paese. Figli di Bortolo De Bettin e Luciana: Francesco, Raffaele, Stefano e Daniele hanno illustrato,  nel corso di una riunione tenutasi al cinema Piave di S. Stefano, sabato 15 marzo, dove si sono ritrovati: dipendenti, collaboratori e amici, il progetto riguardante Venezia, premiato  dipendenti, attualità e prospettive future della Società. Orgogliosi della loro origine, qui nella sede di S. Stefano hanno uffici e studi, a Villorba TV la sede principale ma anche altre sedi in Italia e all'estero.  Stefano vive qui in paese, Francesco viene nella sua casa quando è libero dagli impegni di lavoro, Raffaele e Daniele è più facile incontrarli a S. Stefano. Insomma sono compaesani. Nell'articolo del Gazzettino sottoriportato sono elencate le attività del gruppo.

***
(
dal Gazzettino di Treviso- venerdì 8-02-08) *** Sarà la nuova porta di accesso a Venezia via terra: garage multipiano e opere connesse.  Alle spalle di Piazzale Roma sarà realizzato un garage multipiano di quasi 2.400 posti, una nuova viabilità, un nuovo albergo, una grande piazza giardino sulla copertura del parcheggio, uffici e una grande sala polivalente. Il progetto vincente prevede un doppio parco e una piscina situata situata sotto il people mover (una sorta di funicolare terrestre che collegherà il Tronchetto a piazzale Roma). L'albergo, ecosostenibile, sarà realizzato con cemento che abbatte del 75 per cento l'inquinamento atmosferico  e avrà pannelli solari fotovoltaici. Il costo stimato per la realizzazione del progetto è di circa 63 milioni di euro.

***

18 marzo 2008-dal quotidiano "IL GAZZETTINO" pagina Cadore-Comelico

Dba sistemerà l’ex deposito locomotive
Stazione di Venezia con marchio cadorino
Società comelicense al traguardo
Santo Stefano

La sistemazione e valorizzazione dell'ex deposito locomotive, all'ingresso di Venezia, porterà la firma di una società comeliana: la Dba dei fratelli Francesco, Raffaele, Stefano e Daniele De Bettin di Santo Stefano. Nel corso di una convention che ha visto radunarsi nel cuore del Comelico il centinaio di collaboratori provenienti da tutta Italia, l'iniziativa è stata presentata dall'capogruppo del progetto, architetto Mauro Galantino.Al concorso internazionale per "Garage multipiano ed opere connesse" indetto da Apv Investimenti nel giugno scorso, allo scopo di realizzare la nuova "porta di terra" per arrivare a Venezia, la Dba ha avuto la meglio di fronte a numerosi ed altamente quotati "avversari" di mezzo mondo. Si tratta di un intervento di assoluta importanza, per la città e per il suo porto, che porterà alla riqualificazione dell'area, su cui sarà costruito un complesso immobiliare che avrà lo scopo di incrementare infrastrutture e servizi (con un centro direzionale) grazie al nuovo grande garage multipiano di 2400 posti e alla stazione intermedia del people mover, cioè l'ascensore orizzontale, una specie di navetta, destinato a collegare piazzale Roma con il Tronchetto. Il previsto albergo ecosostenibile sarà costruito con il cemento speciale fotocatalitico, che abbatterà del 70 per cento l'inquinamento atmosferico, e con pannelli solari e fotovoltaici policromi. Un parco "alto" ed uno "basso" potranno ospitare concerti e sculture della Biennale. Il tutto arricchito da paesaggi sotto gli edifici, fontane, alberi. Un'immensa area, dunque, con funzione di palcoscenico naturale per ammirare Venezia, i suoi gioielli artistici, la laguna. Serviranno tre anni per la realizzazione del progetto a partire dall'apertura del cantiere. Senza intoppi, il bando potrebbe essere pronto nel 2009 e l'accesso al centro storico fatto per il 2015. Nel frattempo l'aggiudicazione di questa nuova impresa, tanto più delicata perché riguarda una città come Venezia, conferma la Dba tra le prime dieci, dodici società italiane di ingegneria privata, con ordini previsti, ad oggi, per il 2008 di 11 milioni di euro e con sedi, oltre nella storica Santo Stefano, a Villorba, Milano, L'Aquila, Bologna e Sanpietroburgo, con un'attività che spazia dalla telefonia al settore petrolifero, dall'ingegneria all'architettura, dalla ricerca allo sviluppo e con commesse di cinque, sei, sette cifre per un fatturato mensile di 650 mila euro. Durante la convention sono stati inoltre premiati, dal presidente onorario, papà Bortolo De Bettin, per i dieci anni di attività in Dba: Alessandro Conte, Marica Micheluzzi e Diego Serafini. E da un paio di giorno il Comelico si sveglia consapevole di aver sul proprio territorio una risorsa ed una marcia in più, in grado di trasformare i sogni in realtà.

Yvonne Toscani

Raffaele e Stefano illustrano il progetto "Venezia"... ...sulla destra l' arch. Mauro Galantino, capogruppo del progetto...
...alcune diapositive del progetto... ...illustrato dall' arch. Mauro Galantino...
... ...
...sala gremita... ...premiazione dipendenti...
...Francesco, presidente del Gruppo... ...illustra le attività attuali e le prospettive dell'azienda.

*     *    *

dal quotidiano "Il Gazzettino" pagina Comelico

Santo Stefano            Ingegneri nel mondo ma col paese nel cuore
Venerdì 17 Dicembre 2010,
La Dba, De Bettin Associati, è una società per azioni che da oltre un decennio opera in tutta Italia, ma anche i altri paesi europei nel settore della progettazione di impianti, lavorando per società della telefonia, della distribuzione di carburanti, e di altre grandi multinazionali. Una ottantina di dipendenti, ingegneri, architetti, periti nelle varie sedi, quella centrale di Treviso e altre in Abruzzo, Piemonte, Sicilia.
      Ma i fratelli De Bettin, Francesco, il presidente, Raffaele, Stefano e Daniele, nati a Costalissoio, non hanno mai voluto staccarsi dal Comelico e in piazza Roma di Santo Stefano hanno mantenuto una delle più importanti sedi. Oggi, nella sala del cinema Piave, al Dba farà il punto della sua attività economica e progettuale convocando tutti i dipendenti, sparsi per l'Italia, in terra comeliana. (L.E.C.)
 
sabato 18 dicembre

C'erano più di 200 persone ieri alla convention della dbagroup. Il resoconto del presidente De Bettin Francesco: 160 dipendenti nelle varie sedi; 16 milioni di euro di fatturato; prevista crescita fino al 2012 per 19 milioni di fatturato.

Dal "Corriere della Sera" - economia - del 13 febbraio 2015

Fondo Italiano: DBA Lab acquista slovena Actual IT

16:09  TREVISO (MF-DJ)--DBA Lab Spa, sviluppatore di piattaforme software a supporto dell'ingegneria, del project e asset management, della sicurezza e del controllo dell'automazione industriale di proprieta' della holding DBA Group (partecipata dal 2011 dal Fondo Italiano d'Investimento), ha acquisito l'intero capitale di Actual IT, societa' slovena con sede a Capodistria e attiva da vent'anni nello sviluppo di soluzioni IT. L'operazione, si legge in una nota, vale 8 milioni di euro e conferma le linee strategiche di DBA Group e l'intervento del Fondo Italiano di Investimento per lo sviluppo internazionale del Gruppo attraverso l'acquisizione di realta' industriali sinergiche al core business. Grazie all'operazione di acquisizione, la Holding DBA Group potra' presidiare immediatamente i Paesi dell'area balcanica, attraverso sedi, risorse e network collaudati. L'operazione si inquadra nel progetto di creazione di un soggetto privato ed indipendente nell'informatica e nella telematica a supporto della logistica portuale nei porti balcanici (dove Actual e' gia' fortemente presente) e nell'intero bacino del Mar Mediterranea e del Mar Nero. L'acquisizione, eseguita parte in equity e parte a debito, e' stata resa possibile dalla sottoscrizione di un ulteriore aumento di capitale di DBA Group da parte del Fondo Italiano di Investimenti e dal supporto di Unicredit e Sace. La societa' acquisita ha sede a Capodistria, filiali operative in Croazia, Serbia e Bosnia Erzegovina e partnership commerciali in tutti i Paesi Balcanici; impiega direttamente oltre cento dipendenti (in gran parte laureati in ingegneria ed informatica), attraverso i quali ha sviluppato nel 2013 un volume d'affari di circa 12 milioni di euro con un Ebitda di circa 2,5 milioni. com/mur rosario.murgida@mfdowjones.it (fine) MF-DJ NEWS 1216:09 feb 2015